sabato 28 maggio 2011

Parliamo delle OOAK


Allora parliamo delle OOAK...............cosa sono queste misteriose Ooak? Cosa significa la parola Ooak?

Se in giro per il web siete capitate in questa sigla vuol dire che vi siete imbattuti in qualche magnifica creazione che vi ha particolarmente colpito ma di conseguenza quasi sicuramente vi sarete chiesti “ma cosa sono queste Ooak?”

Intanto partiamo dalla parola e dal suo significato o meglio dal significato della sigla OOAK che significa letteralmente “One of A Kind” e cioè “pezzo unico” che vuol dire che il pezzo artistico è unico nel suo genere e non verrà mai più riprodotto.

Parlando più in generale da quello che ho capito in giro per il web la sigla Ooak per quanto riguarda la lingua Inglese è un termine in uso abbastanza recente per quanto riguarda le vendite online di oggetti in generale e oltre a indicare un oggetto unico può anche indicare un oggetto raro ma di cui quindi possono esistere anche altri pezzi uguali, questo ovviamente parlando di oggetti di vario genere, nel nostro caso invece quando parliamo di Ooak parliamo di oggetti unici e irripetibili.

E' anche interessante sapere, che è vero che un pezzo Ooak è una scultura-bambola creata completamente a mano, partendo magari da quello che può essere un semplice pezzo di argilla, stoffa, legno o pasta sintetica e diversa l'una dall'altra, ma è anche vero che si definiscono Ooak anche (tanto per fare un esempio) le Barbie che vengono modificate (il termine esatto è “customizzate”) nei vestiti (creati a mano) nei capelli che vengono eliminati e sostituiti e nel trucco che viene completamente cancellato e ridipinto a mano.

Comunque in questo post voglio parlare nello specifico delle “Ooak modellate interamente a mano” e di tutto quello che riguarda i personaggi fantasy quindi anche streghe, troll, pixie, sirene, insomma tutto quello che di fantastico può esistere in 3D.

Le “Ooak” possono essere modellate con due tipi diverse di paste, la prima è la pasta sintetica che in inglese si chiama “polymer clay” e che per indurirsi deve essere cotta in un normale forno da cucina, mentre la seconda è una pasta che asciuga all'aria (in inglese “air dry clay”, “paperclay” o “paper clay”).

Solitamente le sculture in pasta sintetica non raggiungono mai misure enormi e quando sono molto grandi spesso hanno solo gli arti e la testa in pasta sintetica mentre il resto del corpo è in stoffa o in altro materiale.

Il motivo sono un po' il prezzo della pasta sintetica, il peso della pasta che influisce sul pezzo finale e poi soprattutto il fatto che la pasta sintetica per indurirsi deve essere cotta in un normale forno da cucina.

Queste sculture-bambole in pasta sintetica possono essere di diverso tipo, infatti esistono sculture interamente modellate in pasta sintetica che di solito misurano tra i 20 e i 30 cm. o massimo 50 cm., ma ovviamente queste misure non sono una regola.
Le creazioni interamente modellate in pasta sintetica direi che alla fine più che bambole sembrano più delle sculture vere e proprie, anche se in Inglese viene usata la parola “Art Doll” e cioè “Bambola artistica” per qualsiasi creazione di scultura-bambola, partendo dalla classica bambola in porcellana con il corpo in stoffa fino ad arrivare a questo tipo di creazioni.
Questo tipo di creazioni possono essere completamente vestite (con stoffa o con la pasta sintetica stessa), semi vestite o anche senza veli.

Invece le bambole-sculture modellate solo in parte in pasta sintetica, ovviamente non le troverete mai senza veli perchè non è materialmente possibile avendo il corpo in stoffa e quindi questo tipo di creazioni sono sempre vestite, esattamente come quelle che creo io tanto per intenderci e inoltre possono arrivare anche a misure molto più grandi.

La particolarità della pasta sintetica rende a volte queste creazioni se modellate da artisti esperti quasi simili a delle persone vere e proprie, un po' come succede con le sculture in cera.

Per le bambole-sculture modellate con la pasta che asciuga all'aria, la differenza è che per queste sculture si può arrivare volendo anche a delle misure più grandi visto che non necessitano di cottura in un forno.

Altra differenza è che questa pasta è di colore bianco, (tanto per intenderci è una pasta simile al nostro Das), ma a volte può essere molto più leggera e meno granulosa, in ogni caso questa pasta ha bisogno una volta asciutta di essere carteggiata e dipinta completamente di colore rosa prima di poter procedere con la colorazione delle varie parti del corpo.

Di artiste che creano queste sculture ce ne sono veramente tante, per cui il mio consiglio per poter conoscere un po' più a fondo queste creazioni è quello di partire dal sito di un'artista e poi seguire i links dei suoi artisti preferiti e così via; vedrete che scoprire altri artisti sarà semplicissimo come una catena di S. Antonio.

Quello che vi propongo io è di partire dai link dell'artista Hannie Sarris che è stata la prima artista che ho scoperto, le sue fate mi hanno letteralmente catturato.

Questa artista modellava principalmente con la pasta che asciuga all'aria; purtroppo Hannie Sarris è mancata l'anno scorso ma la magia delle sue creazioni rimarrà per sempre tra di noi.

Se invece volete acquistare una di queste sculture il posto più adatto è Ebay.com  (non Ebay.it) entrate e digitate la parola “Ooak Fairy”, “Ooak Fantasy Sculpture”, “Ooak dolls” o anche tutte le parole insieme, insomma scegliete le parole in base a quello che volete cercare.

Anche su Etsy  potete trovare molte Ooak, quindi vi consiglio di farvi un giro.

Buon divertimento nella ricerca e spero che questa piccola guida possa esservi stata di qualche aiuto.

Copyright © Cerchio Fatato – Tutti i diritti riservati.

giovedì 19 maggio 2011

Blog Candy di "Il paese della Fantasia"

Altro bellissimo Blog Candy di "Il paese della Fantasia" ovviamente è impossibile non partecipare visto la dolcissima e bellissima fatina in palio.

lunedì 9 maggio 2011

Leia fatina dalla pelle verde

Leia è una fatina ooak che ho creato qualche mese fa, devo dire che ho avuto difficoltà a fare le foto e proprio per questo motivo ho sempre rimandato il grande evento di inserirla nel blog. Alla fine ho dovuto farmene una ragione, più di così non riesco a fare, per rendere il più veritiero possibile il colore della pelle non posso più di tanto illuminarla con luci varie sia che siano naturali o artificiali, quindi alcune foto, soprattutto sul viso rimangono un po' in ombra in alcune parti.

Questa fatina è più piccola del mio solito infatti senza la base è alta circa cm. 19,5 (inch 7 1/2) mentre con la base è alta circa cm. 23 (inch 9) e poi è stata modellata interamente in pasta sintetica, il lavoro più complesso per questa fatina è stata la giacca, in ogni caso penso che non farò mai più una fatina di questa misura, troppo piccola per i miei gusti, non per quanto riguarda l'estetica ma per quanto riguarda la lavorabilità.









Blog Candy di "La Bottega delle Fate"

Caspita adesso prendo il vizio visto che ho deciso di partecipare anche al bellissimo Blog Candy di Sonia della "La Bottega delle Fate".
Il suo blog compie tre anni di vita, se volete partecipare in palio ci sono due premi, una bellissima fatina e un simpatico e dolce topino.

venerdì 6 maggio 2011

Ho vinto il Blog Candy di "Favolosamente Fantasy"!!!!!!!!

Eh si ancora non ci credo che ho vinto il Blog Candy di "Favolosamente Fantasy" solitamente non vinco mai niente!

Oggi è arrivata a destinazione la sculturina e così eccomi qui a scrivere molto volentieri questo post.
La scultura è veramente deliziosa, devo dire che dal vero è ancora più bella, è molto piccolina è una miniatura di una baby fatina con il suo coniglietto e il tutto è inserito in una piccola scatolina di plexiglass e l'effetto finale è molto originale.

Nella prima foto potete vedere come si presenta il tutto nella sua scatolina, mentre nelle altre due foto potete vedere i vari particolari, la baby fatina sembra che stia facendo sogni fantastici e il coniglietto sembra che incuriosito si sia avvicinato alla fatina oppure chissà magari è un compagno di giochi della fatina.

Che dire, sono molto contenta, ringrazio Roberta e ovviamente la sculturina è già al sicuro nella mia vetrinetta di casa!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...